Tropical Island in Berlino

Il caldo dei tropici nel cuore della Germania. È questa l’idea avuta dai creatori di Tropical Island, qualcosa in più di un semplice parco acquatico costruito all’interno di un gigantesco ex hangar militare sovietico.

Un angolo di Thailandia nella fredda Germania? E’ possibile, ed è anche possibile andarci a fare una capatina, anzi un tuffo, se certe mete tropicali proprio non possiamo permettercele anche con l’euro forte. Tropical Islands Park, a Brandeburgo, a circa 60 km da Berlino, è un gioiello della tecnica: in un hangar è stata ricostruita una tipica spiaggia balinese, per clima e per odori, flora e fauna comprese che 365 giorni e 24 ore su 24 solleva dallo stress i suoi visitatori. E’ il sogno di Aolin Hau, miliardario di Singapore che ha fatto progettare una “bolla” tropicale da dedicare al divertimento e al relax.

Sull’isola oltre alla sabbia thailandese, alle case balinesi, agli alberi di banano, alle piante carnivore, alle piante del caffè, all’acqua a temperatura costante di 29 gradi rinnovata ogni 4 ore, una laguna con cascata e un angolo di foresta pluviale, ci sono ristoranti, bar, discoteche, templi buddisti e aree dedicate al wellness con saune e trattamenti da SPA o allo sport con campi da beach volley, mini golf o bungee jumping.

Il sistema di illuminazione che segue nella “bolla” tropicale il ciclo giorno/notte ricrea l’alba e il tramonto, il crepuscolo con le stelle e la linea dell’orizzonte poiché l’isola è aperta 24 ore su 24. Grazie alle canadesi montate si può dormire anche sulla spiaggia per 33, 50 euro a notte compreso l’ingresso al parco e la prima colazione.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il Tropical Island, aperto tutto l’anno, non è altro che un mega-paradiso artificiale fatto di acqua, sabbia e palme, dove la temperatura delle piscine varia tra i 28 e i 32 gradi. L’umidità è davvero tropicale, toccando un tasso del 60%, ma le condizioni atmosferiche cambiano in base alla zona in cui vi trovate.

Il parco, infatti, è diviso in diversi settori, con caratteristiche e temperature differenti, che rappresentano le diverse zone tropicali, dall’Africa al Sudamerica fino all’India.

Da rimarcare che non esistono barriere architettoniche e che il parcheggio è incluso nel prezzo, così come l’uso delle cabine. Una cena, costa mediamente 20 euro e per chi ama le comodità può alloggiare al Tropical Island Resorts che in un appartamento di circa 68 mq e comprensivo di cucina, per due persone costa 75 euro a notte mentre per 4 persone 105 euro a notte con una prenotazione minima di due notti.

La navicella di collegamento con il Parco costa 28 euro al giorno. Una giornata al mare costa 15 euro nei giorni feriali e 20 euro nei giorni festivi compresi di spettacolo serale con un supplemento di 5 euro. Per il volo, in questo periodo, buone le offerte di easyjet.

 

 

Fonti:
Ticinonline.
Travelblog