Postura e stretching

Lo stretching posturale rappresenta un validissimo aiuto per tutti coloro che ogni giorno devono fare i conti con i dolori provocati dai muscoli del corpo tesi e contratti. Normalmente questi “dolorini” sono causati da una postura sbagliata, ed è dunque davvero utilissimo riuscire a raggiungere un adeguato assetto corporeo grazie a degli esercizi davvero semplicissimi, esercizi che potreste compiere comodamente a casa vostra.

Ormai lo saprete bene, nonostante i nostri mille impegni lavorativi, riuscire a ritagliarsi qualche ora da dedicare al proprio benessere diventa ogni giorno più importante. Per questa ragione, vi proponiamo degli esercizi di stretching statico rilassato davvero perfetti per sciogliere i fastidiosi blocchi e le tanto odiate contratture. Grazie a questi trucchetti, riuscirete ad ottenere un allungamento delle fasce muscolari e una migliore mobilità articolare.

Sono ormai migliaia le persone che hanno compreso i benefici del movimento fisico e studi recenti hanno dimostrato che le persone attive vivono in maniera più armonica e soddisfacente e che, al contrario, alcune problematiche legate alle cattive condizioni di salute di un individuo sono da imputare anche alla mancanza di attività fisica.

Ma cosa centra in tutto ciò lo Stretching? Lo stretching, che letteralmente significa allungamento, funge da anello di congiunzione tra la vita sedentaria e quella attiva preparandoci al movimento. è una pratica relativamente semplice, ma deve essere effettuata in maniera corretta. Una applicazione sbagliata può arrecare più danni che benefici. Per questo motivo è necessario apprendere le giuste tecniche.

*NOT FOR SITE* Victoria's Secret Event

Fare stretching correttamente vuol dire attuare un allungamento rilassato e prolungato, non doloroso, per almeno 30 secondi; quello errato, troppo spesso attuato, consiste nel compiere molleggi, allungamenti dolorosi o esercizi protratti per un tempo troppo breve.

Non occorre essere un atleta per praticare esercizi di stretching, tutti possono effettuarli ma, soprattutto all’inizio, bisogna farlo con moderazione perché si deve dare al proprio corpo modo di adattarsi gradatamente all’attività fisica.

Ma passiamo ad alcuni consigli pratici. Prima di mettervi all’opera, vi consiglio di fare tre o quattro respiri profondi ed alcuni sbadigli, in modo da allungare la muscolatura della masticazione. Lasciate la bocca leggermente socchiusa e cercate di mantenere un’attività respiratoria costante. Detto ciò, procedete con i normali esercizi di allungamento.

Sdraiatevi per terra supini, con le mani sotto i glutei e le gambe piegate, e mantenete la posizione per circa novanta secondi. Dopodiché, spostate le braccia lungo i fianchi e poggiate per bene la parte bassa della schiena sul pavimento. Ripetete l’operazione tre volte ricordando di mantenere una respirazione costante.

Procedete dunque con le gambe. Mantenendo la stessa posizione, sollevate e tirate verso il petto una delle due gambe mantenendo l’altra per terra. Contate fino a 30 e cambiate gamba. Ripetete l’esercizio almeno cinque volte.

 Insomma, le posizioni che assumiamo per gran parte della giornata provocano spesso posture errate per il nostro corpo, ma riuscire ad alleviare ai dolori che ne conseguono è davvero semplicissimo, non vi resta che trovare un po’ di tempo ogni giorno ed il gioco è fatto!

Iniziate con calma, ma siate costanti perché non è possibile trovare o ritrovare la forma in pochi giorni. Solo in questo modo imparerete presto a godere del movimento, perché il fascino dello stretching risiede nella capacità di metterci in sintonia con i nostri muscoli.