Kiwi time

 

Vediamo cosa necessitiamo:

1/2 vaschetta di yogurt greco

1-2 gocce di estratto di vaniglia

1/2 cucchiaino di miele

1 kiwi intero a fettine

Semplice preparazione:

Prendiamo una ciotolina e inseriamo lo yogurt con le gocce di vaniglia e misceliamo molto bene.

In un bicchiere largo disponiamo attorno le fettine di kiwi, aggiungere lo yogurt e cospargere di miele.

A piacere possiamo aggiungere cereali, granola, mandorle a fette e cioccolato !

Il nome kiwi è stato dato alla pianta in Nuova Zelanda (dal nome dell’uccello che rappresenta il simbolo di questa nazione); è proprio in Nuova Zelanda che ebbe inizio la coltivazione intensiva dei kiwi che poi si è diffusa in molte altre nazioni. Il kiwi nostrano è reperibile sul mercato da novembre a giugno, mentre negli altri mesi si tratta di frutta proveniente dall’estero.

I DATI DELL’ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE RELATIVI A COMPONENTI E VALORI DELKIWI
Parte edibile 87%
Acqua g. 84,6
Proteine g. 1,2
Grassi g. 0,6
Zuccheri disponibili g. 9,0
Fibra g. 2,6
Energia k cal 44
Ferro mg. 0,5
Calcio mg. 25
Fosforo mg. 70
Sodio g. 5
Potassio mg. 400
Vitamina c mg. 85
Valore nutritivo della frutta fresca, riferita a 100g di parte edibile.

 

Il kiwi è in grado di prevenire e alleviare i problemi circolatori connessi con la gravidanza, quali la pesantezza alle gambe, la telangectasia, le vene varicose e le emorroidi. Ma non è tutto: combatte molte forme di anemia e la debolezza dell’organismo.

Protegge anche il corpo dagli effetti dei radicali liberi, ritardando l’invecchiamento molto più dell’utilizzo di creme e integratori. Inoltre si è rivelato un ottimo protettore di denti, gengive e vasi sanguigni, avendo tra l’altro un ottimo potere cicatrizzante.

L’acido ascorbico contenuto nel kiwi è in grado di trasformare il colesterolo in sali biliari, espellendolo dall’organismo e la carenza di ascorbato nel sangue dei fumatori, viene riequilibrata dalle proprietà di questo frutto che si è rivelato anche molto utile contro la stipsi e la prevenzione della depressione, stanchezza cronica e disordini dell’apparato digerente.

Infine la consistente presenza di calcio e fosforo, svolge un’azione protettiva sulle ossa, prevenendo e combattendo l’osteoporosi; gli specialisti consigliano anche il consumo di questo frutto per chi ha una pressione arteriosa elevata.